Canale di credito COVID

Ulteriore canale di credito COVID per i clienti commerciali di Credit Suisse.

Con il perdurare della crisi causata dal coronavirus, molte aziende continuano a doversi confrontare con carenze di liquidità non dovute alla gestione dell'attività e nonostante abbiano un modello di business solido ed efficace. 

Nella prima metà dell'anno il programma di crediti COVID è stato largamente utilizzato. La serie di misure di sostegno a livello cantonale e federale si rivolge in particolare alle aziende di piccole dimensioni. . A titolo di complemento, Credit Suisse mette ora ulteriori crediti per un importo di CHF 500 milioni a disposizione delle PMI medio-grandi.  

Si tratta di prestiti di importo da CHF 500 000 a CHF 10 milioni per clienti commerciali di Credit Suisse con un modello di business redditizio, fino a prima della crisi e colpiti duramente dalla situazione attuale.

Come banca per gli imprenditori, Credit Suisse sostiene così queste aziende in modo mirato offrendo un ulteriore contributo all'economia per il superamento della crisi. 

Domande e risposte

Deve rivolgersi al suo consulente clientela. 

L'azienda deve già essere cliente di Credit Suisse, disporre di un modello di business rivelatosi solido in tempi normali e avere un fabbisogno di credito di almeno CHF 500 000. 

Deve essere presentata la documentazione standard prevista per le richieste di credito, incluso il bilancio annuale. Il consulente è a disposizione per ulteriori informazioni.

Il più presto possibile, dopo un attento esame di tutti i documenti (di regola 1-2 settimane).

Sì, è possibile.

Gli interessi vengono stabiliti individualmente a seconda della situazione dell'azienda. 

Fino al 30 giugno 2021 (con riserva di modifiche). 

In primis il credito è mirato al superamento carenze di liquidità. Non può essere utilizzato per il pagamento di dividendi, il rimborso di altri crediti o di prestiti degli azionisti. 

La durata del credito è limitata a 36 mesi.